Vai al contenuto

Betty Boop

18 maggio 2010

Ieri sera, nella prima scena di Ghost Dog di Jim Jarmush, alla tivù appariva lei, Betty Boop. Mi sono resa conto che sono sempre stata incuriosita da quella donnetta tuttacurve in versione cartone animato, ma che quasi me ne ero scordata l’esistenza.

Betty irruppe con una carica erotica imprevedibile nel panorama dell’animazione americana, punteggiata da bambini tondeggianti e animali parlanti. È la tipica flapper, cioè la ragazza alla moda del periodo jazz e le sue fattezze si ispirano alla celebre cantante degli anni ’20 Helen Kane

Irriverente e maliziosamente mascolina porta il taglio di capelli più alla moda del periodo, corti e frangiati, indossa un vestitino succinto che lascia scoperte spalle e giarrettiera, sfoggia il suo sex appeal con una buona dose di auto-ironia.

Come prevedibile, intorno al 1935 le proteste del pubblico conservatore costrinsero Betty a dedicarsi alle faccende domestiche e ad accudire animali, sostituendo la storica mise con abiti castigati, e questa fu la sua fine. Abbandonò gli schermi nel 1939.

Qui sotto quello che viene ricordato come il suo best movie. Assolutamente fantastica la colonna sonora.

About these ads
Un Commento leave one →
  1. renard permalink
    18 maggio 2010 14:07

    sapevo che di tutto ghost dog ti aveva colpito questo ;)
    alex è la mia boop preferita.
    renardin’

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 38 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: