Skip to content

Sturm und drang.

21 settembre 2010

 Nathalie Djurberg.

Svedesina dal viso pulito che crea mostri in plastilina.

Soggetti grotteschi, che urtano fino a contorcerti lo stomaco.

Violenza, sessualità e sadismo. Sangue, viscere, nudità, corpi mozzi o alterati sono le forme che la pasta modellante assume per dare vita a foreste di tormento.

Caleidoscopio della realtà e acqua santa che esorcizza paure.

Lei stessa confessa: «Sono cose che spaventano anche me, ma allo stesso tempo mi affascinano: se stabilisci un contatto con ciò che ti fa paura, poi puoi dominare quel panico».

Se l’arte è turbamento allora questa è arte.

No comments yet

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: