Skip to content

RollerCoaster

5 febbraio 2011

Quasi me lo auguravo, quasi me la sono cercata e quasi Cremaschi me l’ha tirata.

Quando i sentimenti non sono un mare in burrasca e lo tsunami che ti ha travolta è mutato in acque placide calme come olio in cui farti cullare dolcemente, lo Spleen viene a meno.

La scrittura come sfogo, sgorga piacevolmente e dirompente nei momenti in cui la parabola sentimentale tocca il punto più alto o quello più basso.

A me la Pace, mi sa che non garba troppo, perciò è costante le ricerca di un movimento tellurico che mi scuota.

Detta pane al pane, di tanto in tanto faccio qualche Cazzata.

Raramente considero preventivamente le reazioni altrui, causando alla fine danni a cui devo trovare soluzione.

Rollercoaster sentimentale.

Non ci si stancherà come di tutti giochi prima o poi?!

 

2 commenti leave one →
  1. renard permalink
    5 febbraio 2011 21:18

    mai..

  2. 25 marzo 2011 18:39

    Penso che la malinconia sia dare voce a un silenzio, affermare il proprio diritto di essere umano ad essere umani!

    Non un semplice stato dell’essere, ma la sua sostanza, o, quantomeno, la sua materia…

    Domande, domande…!🙂

    Comunque mi è piaciuto, ti invito a ricambiare la visita sul nostro blog Vongole & Merluzzi🙂

    http://vongolemerluzzi.wordpress.com/2011/03/25/malinconia/

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: