Skip to content

127 ore |||\\//| BE KIND REWIND

7 marzo 2011


Aron Ralston, ingegnere americano amante del trekking e del biking, parte per un’ escursione al Blue John Canyon nello Utah. Nonostante l’esperienza mentre discende in una “crepa” un masso gli cade addosso e lui finisce col braccio incastrato sotto la roccia. Intrappolato per 5 giorni, si amputerà il braccio per sopravvivere.

Se questo film non fosse tratto da una storia vera, probabilmente sarebbe, come direbbe il rag. Ugo Fantozzi, una “cagata pazzesca”.
In realtà finito di vederlo mi ha lasciato dentro quel dubbio ambivalente che a noi cinefili non piace molto, perché ci spiazza e ci lascia senza un’opinione ben definita; che poi è la ragione per cui guardiamo un film, ovvero o per distruggerlo totalmente o per metterlo nella top ten delle pellicole mai realizzate. (Vedi alla voce NERD CINEMATOGRAFICI).
Anche perché se vai a vedere un film diretto da Danny Boyle, candidato agli Oscar, basato su una storia di vita pazzesca, con James Franco protagonista, anche lui candidato come miglior attore, sai già che non uscirai dal cinema dicendo “mh carino”.
In più è girato magistralmente, un tipo di regia moderno, quasi da Mtv generation. Diciamo che con una storia così chiunque avrebbe potuto rendere il film angosciante e noioso in realtà questo tipo di regia smorza la tensione.
Per tutti gli amanti della fotografia questo film è assolutamente da vedere. Perché difficile vedere un film dove i paesaggi siano così belli, quasi da National Geographic.
Ultimo, ma non per importanza, il “one man show” di Franco. Sostenere sulle spalle un’ora e mezza di film soli sempre nella stessa posizione, forse anche De Niro avrebbe avuto dei problemi.
Eppure c’è ancora un tassello che mi manca qualcosa che fatico a non capire un dettaglio impercettibile; forse a questo punto leggere il libro da cui è tratto è cosa buona e giusta.

Avviso a tutti i deboli di cuore: guardatelo lo stesso, chiudete gli occhi a 15 minuti dalla fine e riapriteli 5 minuti dopo. Perché nonostante tutto, questa storia ha dell’incredibile.

* Micol Villa *

No comments yet

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: